L’ottimizzazione di un sito web è una delle discipline più complesse del web marketing ma al tempo stesso, se eseguita correttamente, è quella che può dare i risultati migliori.

Il posizionamento SEO (Search Engine Optimization) è il miglior investimento, nel medio-lungo periodo, che puoi fare per promuovere la tua attività sul web.

Google da molta importanza all’anzianità di un sito web per determinare il posizionamento di una pagina per determinate parole chiave, per questo motivo una strategia SEO a differenza della pubblicità online a pagamento, è destinata a garantire dei risultati sempre maggiori con il trascorre del tempo.

Il vantaggio di ottimizzare un sito web è che le posizioni acquisite, in termini di visibilità, attraverso una strategia di posizionamento SEO rimangono durature nel tempo ed in molti casi sono difficilmente attaccabili dalla concorrenza.

Diversamente con la pubblicità a pagamento, la visibilità è garantita solamente fino a quando si è disposti a pagare per far comparire i propri annunci.

Posizionamento SEO, in cosa consiste

Cerchiamo adesso di capire bene perchè il posizionamento sui motori di ricerca è tanto importante ma al tempo stesso perché è anche tanto complesso.

Specifichiamo prima di tutto che quando parliamo di posizionamento, benché al momento esistano diversi tipi di motori di ricerca oltre a Google (Yahoo e Bing i più famosi), parliamo soprattutto di posizionamento Google. 

Questo accade perché al giorno d’oggi il 90% delle ricerche sul Web avvengono tramite Google e di conseguenza quello che a noi interessa è essere posizionati nella prima pagina di Google per più parole chiave possibile di nostro interesse. 

Probabilmente non sai che per decidere il posizionamento di una pagina del tuo sito rispetto ad una determinata parola chiave Google analizza oltre 200 dati. 

 

Non te lo aspettavi? Incredibile vero?

Questi dati che vengono presi in considerazione da Google sono la somma delle attività che il tuo consulenze dovrà svolgere per garantirti, nel tempo, un buon posizionamento.

Queste attività vengono divise in macro categorie che sono:

  • SEO onsite
  • SEO onpage
  • SEO offsite
  • Gestione dei contenuti
  • Link Building

Vediamole meglio nel dettaglio.

SEO ONSITE

La SEO onsite è la fase dedicata all’analisi della struttura del sito internet.

Per poter posizionare bene su google le pagine del tuo sito internet quest’ultimo dovrà essere strutturato secondo i principi che google stesso consiglia.

Questo è uno dei primi importanti motivi per cui se vuoi avere successo sul Web non è necessario avere un sito qualunque ma sin dal principio il tuo sito va pensato, strutturato e quindi realizzato in ottica SEO.

Per questo motivo tutti i siti che realizzo sono su WordPress e sono da subito realizzati realmente in ottica SEO tenendo conto di tutti questi aspetti.

Nella SEO Onsite gli aspetti più importanti da tenere in considerazione sono:

  • Composizione del menù e dei sottomenù
  • Alberature delle pagine
  • Piattaforma utilizzata per la realizzazione del tuo sito internet (consigliata WordPress)
  • Composizione del Footer
  • Gestione complessiva dei Link interni
  • Sito Responsive

Tutti i punti sopra descritti sono molto importanti ma voglio soffermarmi un attimo sull’argomento responsive.

Con questo termine si intende che il tuo sito dovrà essere ottimamente fruibile da parte degli utenti sui vari Device quali:

Desktop, Tablet e Mobile

Al giorno d’oggi già oltre la metà delle connessioni su internet avviene da mobile e per questo motivo Google, da diverso tempo, dà molta importanza alla fruibilità di un sito da parte di un utente su mobile. 

Il consiglio quindi, quando cerchi di capire se il tuo sito è facilmente utilizzabile e comprensibile da parte dei tuoi utenti è quello di dare più importanza alla versione mobile che alla versione desktop in quanto la maggior parte delle visite che riceverai avverrà da lì.

Questi principi valgono ovviamente sia per la realizzazione di un sito web che per la realizzazione di un sito e-commerce

Se hai già un sito internet o un e-commerce, sei sicuro che la loro struttura sia adatta per un buon posizionamento sui motori di ricerca?

SEO ONPAGE

La SEO onpage analizza ogni singola pagina o articolo del tuo sito.

Quando infatti viene creata una pagina (o articolo) sul tuo sito, per fare in modo che ottenga un buon posizionamento deve essere realizzata seguendo delle rigide regole SEO

Nella SEO Onpage gli aspetti più importanti da tenere in considerazione sono:

  • URL della pagina
  • Titolo SEO della pagina
  • Utilizzo dei TAG html più importanti in ottica SEO (H1, H2, H3, H4)
  • Scelta della parola chiave e dei sinonimi
  • Frequenza della parola chiave nel testo e nei TAG
  • Dimensione del testo
  • Formattazione del testo
  • Utilizzo delle immagini e presenza dell’attributo Alt
  • Presenza di Link Interni
  • Presenza di Link Esterni
  • Meta Description

Indipendentemente dal numero di pagine che il tuo sito conterrà, è fondamentale verificare la struttura del menù, l’alberatura delle pagine (SEO onsite) e che ogni singola pagina sia pensata per potersi meglio posizionare su Google quando un utente effettua una ricerca per una determinata parola chiave.

Di conseguenza sin  dalla fase di creazione di ogni singola pagina del tuo sito, affinché questo avvenga, bisogna tener conto di tutti i punti sopra elencati.

Se hai già un sito internet questo conterrà molto probabilmente la homepage ed un certo numero di pagine istituzionali raggiungibili attraverso un menù.

Sei sicuro che il menù ed ogni singola pagina del tuo sito tengano conto di tutti gli aspetti della SEO onsite e della SEO onpage analizzati fino ad ora?

 

SEO OFFSITE

Ci sono ancora molti altri aspetti da tenere in considerazione quando si parla di posizionamento SEO che non sono strettamente collegati al contenuto del tuo sito.

Stiamo parlando della SEO offsite e sotto questo aspetto i passaggi fondamentali da tenere in considerazione sono sostanzialmente due:

  • Sicurezza del tuo sito internet, in tal caso deve essere installato un certificato SSL che permette di utilizzare il protocollo https. Google è sempre più attento a questo aspetto soprattutto per siti dove sono previste delle transazioni monetarie.
  • Velocità di caricamento delle pagine. Questa dipende solitamente dalla piattaforma utilizzata per realizzare il sito, eventuale tema scelto e plugin in uso nel caso il tuo sito sia realizzato in WordPress e dalla velocità del server (affidabilità dell’hosting scelto)

Per quanto concerne la velocità del sito, come già descritto per il discorso del responsive oggi google da più importanza alla velocità di caricamento su mobile che da desktop, sarà bene quindi curare molto questo aspetto.

Come vedi quindi in ottica SEO tutti gli aspetti di un sito sono molto importanti e non è possibile lasciare nulla al caso.

Hai già un tuo sito? Conosci lo stato della SEO offline del tuo sito? Le tue pagine si caricano in meno di 2 secondi? Hai già fatto fare qualche test allo scopo di verificare questi aspetti?

Link Building

La Link Building è uno degli aspetti più complessi ed al tempo stesso più importanti all’interno di una strategia SEO.

Molti esperti di settore considerano giustamente questa attività all’interno della SEO offsite essendo di fatto operazioni che vengono svolte all’esterno del proprio sito ma, considerata la sua importanza ed essendo un’attività talmente particolare e complessa io tendo sempre a separarla da tutto il resto.

Un conto è analizzare ed eventualmente risolvere eventuali problematiche legate alla velocità del sito ed un conto è mettere in piedi una strategia di Link Building, anche a livello di impatto economico parliamo di due cose completamente differenti.

È impossibile ovviamente spiegare in questa sede tutti gli aspetti tecnici che interessano una strategia di Link Building, di conseguenza quello che mi interessa è che tu capisca il concetto, gli obbiettivi e perchè è così importante questa attività.

Per far questo dobbiamo introdurre il concetto di autorevolezza perché gran parte del posizionamento SEO ruota intorno a questo. 

Il sistema maggiormente utilizzato da google per decidere il posizionamento di una pagina del tuo sito in relazione ad una determinata parola chiave deriva dall’autorevolezza che Google stesso assegna al tuo sito.

Questo spiega anche il motivo per cui per ottenere dei primi risultati in ambito SEO bisogna attendere diversi mesi.

All’inizio, quando il tuo sito è stato appena realizzato e sei online da pochissimo tempo l’autorevolezza che Google assegna al tuo sito è pari a ZERO!

Quando tu decidi di posizionare una tua pagina per una determinata parola chiave, sicuramente altri siti avranno fatto la stessa cosa prima di te.

Se questi siti hanno un’autorevolezza maggiore rispetto alla tua, ne consegue che è impossibile per i primi tempi che la tua pagina sia posizionata meglio di loro.

Questi siti saranno i tuoi concorrenti organici che appunto non sono altro che siti che intendono posizionarsi per la tua stessa parola chiave.

Infatti può accadere che per il posizionamento SEO i concorrenti organici non corrispondano con i tuoi reali concorrenti di mercato.

Quello che bisogna fare quindi è fare in modo che la nostra autorevolezza per Google aumenti.

Per darti un’idea ancora migliore, fai conto che Google assegni l’autorevolezza in una scala da 0 a 100.

Per far crescere il tuo sito in autorevolezza per prima cosa devi fare in modo che tutti quanti gli aspetti della SEO che abbiamo analizzato fino ad ora siano stati ben utilizzati, successivamente devi capire invece qual’è lo strumento migliore che consente di capire a Google se il tuo sito è autorevole e contiene contenuti interessanti o meno.

E qui entra in gioco la Link Building che tradotto letteralmente vuol dire costruire dei Link.

Ok, ma da dove devono arrivare questi link?

I link in questo caso devono arrivare da siti esterni che possibilmente hanno un livello di autorevolezza più alto del tuo e che trattano lo stesso tuo argomento.

Più link da siti diversi ed autorevoli che trattano il tuo stesso argomento puntano ad una determinata pagina del tuo sito – inserendo un link su una loro pagina – più diventerai a tuo volta autorevole per Google.

Capito adesso la difficoltà?

In gergo questo passaggio di autorità si chiama link juice proprio perché la pagina dalla quale si riceve il link trasferisce una parte della sua autorità alla tua pagina.

Ovviamente per questo ci sono dei metodi che sarebbe troppo difficile da spiegare, quello che è importante è che come sempre tu conosca l’esistenza di questa pratica e che sappia a grandi linee in cosa consiste.

In realtà il discorso è ancora più complesso per i seguenti motivi:

  • Google non accetta che il link vengano acquistati, come afferma, tali link devono essere naturali…
  • La distribuzione dei link deve essere diluita nel tempo, ricevere troppi link da siti esterni nell’arco di un mese sarebbe per Google una pratica sospetta e si rischierebbe la penalizzazione.
  • Non è possibile fare scambio link con altri siti, nel caso l’efficacia del link ricevuto perderebbe di effetto.
  • Le parole che contengono il link chiamate anchor text devono essere varie e non tutte devono contenere l’indirizzo del tuo sito internet.
  • Il numero massimo di link che possiamo ricevere da un sito esterno corrisponde a due, oltre tale numero non avremo più benefici anzi, ricevere troppi link dallo stesso sito per google può essere oggetto di penalizzazione.

Come avrai quindi compreso questa tecnica è fondamentale per aumentare l’autorevolezza del tuo sito internet senza la quale, da un certo momento in poi, sarà molto difficile avere un buon posizionamento.

Al tempo stesso probabilmente questa è una delle tecniche più complesse di tutta la SEO, bisogna attuare una vera e propria strategia.

Vista la sua complessità è bene affidarsi ad uno specialista anche se purtroppo con enorme rammarico vedo molto spesso alcuni colleghi ma soprattutto delle web agency approfittarsi dei clienti in maniera scriteriata chiedendo delle cifre enormi.

Se si vuole attuare una strategia di link building, bisogna logicamente mettere in preventivo che sarà necessario mettere a disposizione un budget e più si vuole far salire di livello il sito più questo budget dovrà essere importante.

È possibile però pianificare una strategia senza spendere cifre folli ed in assoluta trasparenza con il cliente che è la componente che vedo mancare nella maggior parte dei casi.

Eri a conoscenza di questa strategia? Sai quanti link riceve il tuo sito e da quali siti? Conosci la loro autorevolezza? Hai mai attuato una strategia di Link Building?

 

Posizionamento SEO, l’importanza dei contenuti e del Blog.

Prima di parlare un pò dei costi che potrebbe comportare una strategia SEO e più precisamente di come valutare un preventivo, dobbiamo affrontare un’altro argomento fondamentale.

 

The content is King

Il grande Bill Gates diversi anni fa ha affermato che il contenuto sarebbe stato il Re, l’arma vincente su internet.

I fatti gli hanno dato ampiamente ragione.

Per avere successo nella SEO e sul Web in generale i contenuti sono fondamentali.

Più i contenuti sono di qualità più le tue possibilità di successo aumenteranno in maniera direttamente proporzionale.

Ma dove devono essere inseriti questi contenuti?

Dappertutto, in ogni cosa che gestisci online e quindi solo per citare i più importanti:

  • Nel tuo sito internet
  • Sul Blog (tra poco approfondiremo l’importanza di questo strumento)
  • Nelle tua pagine social
  • Nel tuo canale Youtube
  • Nelle tue campagne pubblicitarie
  • Nelle tue Landing Page
  • Nei tuoi libri, video o guide che intendi distribuire online

 

Nella SEO vige questa regola: una pagina, una parola chiave. 

Questo non vuol dire che ogni pagina sarà posizionata solo per una parola chiave, infatti se i contenuti sono scritti bene avrai la stessa pagina posizionata per più parole chiave.

Nella sostanza però quando scrivi una pagina – o articolo – del tuo sito devi puntare ad una sola parola chiave, quella più importante e strategica per te e che desideri posizionare nelle prima pagina di google.

Ne consegue che per posizionare bene il tuo sito devi lavorare su centinaia se non addirittura migliaia di parole chiave.

Di conseguenza, se segui l’equazione, va da se che dovrai avere almeno qualche centinaia di pagine (nel tempo) sul tuo sito per avere un buon posizionamento.

Qual’è lo strumento che consente di avere centinaia di pagine sul proprio sito?

Il Blog

Tramite il Blog hai la possibilità di creare costantemente degli articoli di approfondimento su vari argomenti della tua attività ed ogni articolo punterà ad una determinata parola chiave.

Più alta è la frequenza settimanale di pubblicazione prima avrai dei risultati.

Gli articoli devono essere scritti tutti quanti rispettando le regole della SEO onpage e per questo motivo è meglio far svolgere il lavoro di pubblicazione sul blog ad un professionista.

Il Blog dovrà essere inserito all’interno del tuo sito internet e non avere un url differente.

Quest’ultimo concetto è molto importante e rientra nel concetto di SEO onsite ed in particolare alla gestione dei link interni.

Se il blog è gestito all’interno del sito ogni volta che scrivi un nuovo articolo hai la possibilità di indirizzare, attraverso dei link interni, gli utenti verso altre parti del tuo sito che sono per te strategiche e questa è un’ottima pratica per il posizionamento SEO

Se il blog è gestito all’esterno – anche su un sottodominio – per Goolge questo è esattamente un sito indipendente ed i link dei tuoi articoli che rimandano alle pagine del tuo sito, saranno considerati da Google come link esterni e come vedremo tra poco quando affronteremo il discorso della link building, ricevere troppi link esterni dallo stesso sito non è visto di buon occhio da Google.

Per questo motivo avere un Blog è fondamentale ed è molto importante che si trovi all’interno del sito e non all’esterno, si passa da avere un grande vantaggio in termini SEO ad annullare quasi completamente gli effetti di tale potenziale vantaggio.

Considerato che la piattaforma (CMS) migliore al mondo per gestire un Blog è nella maniera più assoluta WordPress, che per fare un buon lavoro in ottica SEO è necessario avere un Blog interno al sito, questo è uno dei motivi fondamentali per il quale io utilizzo solamente wordpress sia per la realizzazione di siti web che per la realizzazione di siti e-commerce.

Pensi che il tuo sito sia ottimizzato in base ai principi generali che ti ho spiegato della SEO onsite, SEO onpage e SEO offsite e vuoi mogliorare il tuo posizionamento iniziando a fare sul serio attraverso la gestione di un Blog? Compila il Form qui sotto e richiedi un preventivo. 

Posizionamento SEO: Come valutare un preventivo

Spero ti sia sufficientemente chiaro che per realizzare un preventivo per il posizionamento SEO del tuo sito sia assolutamente necessario analizzare moltissimi aspetti tra i quali:

 

  • Esistenza o meno si un sito internet
  • Stato del sito eventualmente esistente dal punto di vista della SEO onsite, onpage ed offsite.
  • Autorità attuale del sito
  • Analisi della concorrenza organica
  • Parole chiave per le quale si intende posizionarsi
  • Competitività delle parole chiave.
Condividi questo contenuto